pr-logo

Aprire un conto deposito a Malta

Scritto da

13 Dicembre 2012   |   Conti di deposito

Aprire un conto deposito a Malta

Chi frequenta PiccoloRisparmio sa già, da tempo che con il perdurare della crisi sul debito e i bassi tassi della BCE, tutti i conti di deposito in Italia hanno progressivamente ridotto i loro interessi e si sono aggiunte nuove spese.

Due tra i conti di deposito che più remuneravano il “deposito libero”, ovvero Contoforte di Banca del Mediocredito del Friuli Venezia Giulia e BCC For Web di Banca del Credito Cooperativo di Fornacette hanno abbassato il tasso creditore, che è sceso al 2,5 % dopo essere stato per lungo tempo al 3%.

A tenere botta con un alto rendimento sul “libero” è rimasto ormai solo il conto deposito Prestitempo della Deutsche Bank, con un ragguardevole 4% sul libero, che richiede l’apertura di un conto carta, sempre della stessa banca, a costo zero.

Anche all’estero la situazione sembra essere ormai asfittica. Giusto a titolo di esempio segnalo infatti che Advanzia Bank è al 2,05% e Keytrade all’1,30%.

In realtà guardando un po’ meglio allo scenario estero una speranza di “spuntare” un interesse più alto c’è. E’ necessario però attraversare il Mediterraneo e ad arrivare su un’isola: Malta.

Su questo posto e sugli eventuali vantaggi di aprirci una posizione bancaria avevamo già parlato in altre occasioni Oggi parleremo di un’altra interessante offerta: quella della FIM Bank Ltd (www.fimbank.com).

La banca aderisce al Fondo Tutela dei Depositi Maltese e l’offerta è quella del Conto di deposito Easisave.

Easisave si apre con una rapida procedura online, in tutto e per tutto simile a quella che di prassi viene seguita nell’apertura di analoghi conti in Italia.

La procedura è molto semplice:

  1. va indicato un conto di appoggio da cui dovrà partire un bonifico di riconoscimento
  2. vanno fornite le proprie generalità
  3. si devono indicare gli estremi di un documento di identità di cui si dovrà inviare copia in allegato al contratto
  4. si deve inviare il contratto firmato che si avrà modo di stampare alla fine della procedura online

 

Si tratta, come già anticipato, di un deposito libero, con un investimento minimo di 50 euro, che frutta attualmente il 2,50% di interesse sulle somme depositate, con interessi accreditati a fine anno.

Non ci sono spese di apertura, gestione, chiusura e di movimentazione dei capitali, i bonifici sono infatti gratuiti sia in ingresso che in uscita.

Anche la lettera con il dettaglio degli interessi (utile da presentare all’Agenzia delle entrate) è spedita gratuitamente a gennaio dell’anno successivo a quello fiscale di riferimento.

Questo ed altri dettagli del conto sono disponibili sulla sezione FAQ del sito o possono essere ottenuti contattando direttamente la banca, che risponde con una certa celerità (sperimentata personalmente).

A mio avviso per un piccolo risparmiatore il conto in questione potrebbe essere ottimo per depositarci sopra meno di cinquemila euro, sì da non pagare imposte di bollo in Italia e avere sempre a disposizione della liquidità.

Senza contare il fatto che potrebbe sempre rappresentare una scialuppa di salvataggio in caso di scenari catastrofici (uscita dall’Euro dell’Italia, “sdoppiamento” dell’Euro in euro di serie A e di serie B etc.).

Scritto da Michelangelo

13 Dicembre 2012   |   Conti di deposito

Tags: , , , , , , , , , ,