pr-logo

Sinergie (1) – Advanzia & PostFinance [RE-POST]

Scritto da

31 Dicembre 2008   |   Predefinito

Sinergie (1) - Advanzia & PostFinance [RE-POST]

Inauguro quella che spero sia una lista di numerosi consigli per ottenere il meglio dalle offerte presenti sul mercato.

Ho parlato diverse volte del conto di deposito di Advanzia (Advanziakonto) senza approfondire molto l’argomento.

Si tratta di un conto di deposito gestito dalla banca Advanzia (con sede in Lussemburgo) sullo stile di conto arancio: nessuna spesa di apertura, gestione e chiusura, con movimentazioni dirette tramite bonifici gratuiti solo verso i conti predefiniti, quei conti cioé intestati al medesimo titolare del conto advanzia e dai quali è già stato effettuato almeno un versamento. L’apertura può essere fatta tramite un versamento iniziale di almeno 5000€ sui quali viene erogato un interesse promozionale del 6,00% fino alla fine del primo mese solare  e successivamente un interesse del 5,40% (per il calcolo dell’interesse netto, consultare la guida agli investimenti all’estero). In qualunque momento è possibile aggiungere o disinvestire fondi di qualunque cifra (dialogando sempre con conti correnti autorizzati) e l’accredito degli interessi avviene su base mensile andando a cumularsi ai fondi già investiti. E’ previsto che al di sotto dei 5000€ non vengano accreditati gli interessi, ma dai feedback ricevuti dai lettori che hanno aperto il conto di deposito è emerso che vengono comunque accreditati per cifre inferiori (il vincolo sembra quindi sussistere solo per l’apertura).

Il conto advanzia, pur essendo sottoscrivibile online in tutto il mondo, permette di avere associata una carta di credito da usare per i pagamenti solo a cittadini residenti in Germania (target principale dell’offerta). Purtroppo considero questa una grave limitazione perché sarebbe molto comodo accedere direttamente ai fondi del deposito senza le lungaggini dei bonifici e senza dover far prima rientrare i soldi per poterli spendere. Inoltre se si movimentano con l’estero cifre superiori ai 10.000€ si deve giustificare il trasferimento e va considerato che per movimentazioni si intengono gli investimenti e i disinvestimenti. Per fare un esempio, se ho aperto il conto con un bonifico dall’Italia di 5000€ e ho maturato 100€ di interessi, disinvestendo completamente (tramite un bonifico diretto al conto predefinito in Italia) avrei movimentato complessivamente (5000€ x 2) + 100€ = 10100€ e dovrei dichiarare di conseguenza la movimentazione in dichiarazione.

Quindi come si può ottenere di più da un conto di deposito già buono come Advanzia?

Torna comodo in questo caso avere un conto d’appoggio estero come quello online di PostFinance agganciato al conto advanzia; in particolare perché tale conto fornisce nel set anche un bancomat internazionale a canone gratuito. La Svizzera infatti fa parte del circuito EFTA ed è quindi autorizzata a dialogare con il conto advanzia. Segue che disinvestendo verso il conto svizzero posso spostare dei fondi in un conto che mi permette di alimentare il bancomat che posso poi usare anche in Italia (con una commissione di circa 3€ a prelievo).

E tutto questo a costo zero: grazie agli accordi SEPA, sia la Svizzera che il Lussemburgo non applicano commissioni ai bonifici entranti e uscenti tra loro. Diverso discorso tra Italia e Svizzera: la Svizzera viene trattata come paese extra-UE dalle nostre banche e vengono quindi applicati costi elevati ai bonifici classificati come internazionali (non transfrontalieri). Il paradosso è che al contrario, da PostFinance non viene applicata alcuna commissione per bonifici verso l’Italia dal momento che la Svizzera (e PostFinance) partecipa agli accordi SEPA.

Il risultato è quello di poter trasferire solo una volta i fondi verso il conto di deposito ed è possibile poi recuperarli tramite il bancomat (o carta di credito nel caso si attivi una delle numerose carte previste da PostFinance) o renderli liquidi per ulteriori investimenti sempre all’estero e senza quindi incorrere in sanzioni o obblighi fiscali aggiuntivi (oltre chiaramente all’obbligo di dichiarare eventuali interessi percepiti all’estero).

Non ultimo come vantaggio: passando attraverso Advanzia è possibile trasferire fondi in Svizzera gratuitamente dal momento che i bonifici tra Italia e Lussemburgo sottostanno a SEPA e Advanzia non applica commissioni in uscita verso paesi EFTA come la Svizzera. Chiaramente i tempi si allungano, dato che con due bonifici internazionali in mezzo i tempi tipici possono arrivare fino a 10 giorni lavorativi, ma se non c’è urgenza può essere un modo per risparmiare sulle esose commissioni applicate dalle banche italiane.

Scritto da Massimiliano Brasile

Massimiliano Brasile

Ingegnere, autore di svariati articoli tecnici nel settore IT, appassionato di finanza personale, crawling e android. Vedi il profilo anche su Google+.

31 Dicembre 2008   |   Predefinito

Tags: , ,