pr-logo

Poste: libretti minori gestibili via app

Scritto da

30 Aprile 2020   |   Conti di deposito, Home Page - Focus, Varie

Poste: libretti minori gestibili via app

Sembra incredibile che sia stata necessaria una pandemia per innescare quelle piccole rivoluzioni che sperimentiamo ormai quotidianamente in questo periodo di confinamento forzato. Come accennavo, si utilizzano normalmente le ricette elettroniche e per evitare gli assembramenti sia le Poste che l’INPS hanno deciso di partizionare l’accesso ai propri servizi ( pensiamo ai pensionati che devono presentarsi in giorni prestabiliti in base all’iniziale del proprio cognome per ritirare la pensione allo sportello, o il sito dell’INPS che consente l’accesso online ai cittadini solo tra le 16 e le 8 di mattina ).

Proprio per ovviare a questo tipo di limitazioni, tra i servizi che le Poste hanno finalmente abilitato alla gestione online troviamo ora anche i libretti per minori, che sono l’unico prodotto che resisteva ancora esclusivamente in forma cartacea ( il libretto postale in versione normale o Smart, era stato già in buona parte virtualizzato ). La bella notizia è che tramite la app ufficiale (BancoPosta), avendo già abilitato il proprio accesso online, è possibile seguire una procedura decisamente semplice per agganciare al proprio profilo i libretti per minori dei propri figli.

E’ sufficiente inserire il seriale del libretto ( visibile in cima all’estratto conto cartaceo, quello che per capirci veniva aggiornato ogni volta che si movimentava allo sportello il libretto ) e l’ultimo saldo stampato sempre sull’estratto conto. Una volta completata la procedura, sarà possibile effettuare giroconti e visualizzare gli IBAN collegati, oltre chiaramente a visualizzare sia il saldo, sia eventuali PAC attivati e relativi buoni sottoscritti ( come ad esempio Piccoli e Buoni ). Ma la novità più interessante è che nel secondo caso viene reso visibile anche il capitale composto già maturato, che sarà erogato effettivamente al compimento dei 18 anni dell’attuale minore, informazione che non compariva neanche negli estratti conto annuali recapitati sempre via posta ordinaria.

Decisamente una mossa che va nella direzione di una estrema trasparenza, in un periodo in cui sono frequenti le contestazioni mosse da anziani investitori di buoni fruttiferi che si sono visti riconoscere interessi inferiori a quanto riportato nel dorso degli stessi.

Purtroppo devo però anche rilevare che a oggi l’interfaccia non prevede la possibilità di agganciare più di un libretto per minori: nel mio caso ho un secondo libretto da agganciare, ma terminata la procedura per l’abilitazione online del primo è sparita la possibilità di ripetere l’operazione con un altro. Ho già scritto al servizio di assistenza chiedendo istruzioni e provvederò ad aggiornare l’articolo non appena ricevo feedback.

 

*** Aggiornamento del 05/05/2020 ***

Via email le Poste mi hanno invitato a contattarli telefonicamente al numero 800.00.33.22 ( Servizi Finanziari ) dove una addetta evidentemente poco competente dopo essere stata poco utile (e devo dire anche poco educata, senza motivo), mi ha invitato a contattare i Servizi IT ( 803.160 ) che mi hanno rimbalzato nuovamente ai Servizi Finanziari. Tra cadute di linee e attese, alla quinta telefonata ho trovato una addetta davvero cortese e disponibile che ha riletto tutte le istruzioni interne sul servizio, che apparentemente prevedono la possibilità di agganciare più di un libretto (apparentemente nel senso che le istruzioni parlano al plurale, ma tecnicamente non viene data alcuna indicazione). Mi è stato confermato che questo servizio è attivo da meno di un mese, il che mi fa sperare si tratti solo di giovinezza dello stesso e che magari nessuno prima delle mie segnalazioni abbia ancora lamentato questa mancanza. Ho chiesto quindi se le era possibile aprire una segnalazione, ma non era in grado di stabilire autonomamente in che modo procedere dovendo prima appurare con chi interfacciarsi.. mi ha quindi messo in attesa per poi lasciarmi senza una risposta (a parte la domanda di rito se avessi usato Internet Explorer.. ovviamente non cambia nulla, ma per scrupolo ho provato in una macchina virtuale con Windows 7 e Internet Explorer 11).

Scendendo sul tecnico, l’area interna cui si accede da risparmiopostaleonline.poste.it è una webapp scritta con i vetusti Angular v1.5.8 e  jQuery 1.12.4, sui quali sono stati aggiunti UIKit e Bootstrap 3.3.5 (quindi ovviamente il cambio di browser non è necessario.. anzi, ma questo lo davo per scontato). Analizzando il codice Angular si vede che è prevista la presentazione di una lista di libretti, quindi apparentemente la presentazione è stata implementata, ma (voglio sperare) per un banale errore di programmazione il pulsante per la fase di on-boarding non compare più dopo la prima abilitazione. Riproverò a parlare con i Servizi Finanziari di giorno, così magari si riesce ad aprire una segnalazione tecnica reale.

 

Scritto da Massimiliano Brasile

Massimiliano Brasile

Ingegnere, autore di svariati articoli tecnici nel settore IT, appassionato di finanza personale, crawling e android. Vedi il profilo anche su Google+.

Condividi l'articolo!

30 Aprile 2020   |   Conti di deposito, Home Page - Focus, Varie

Tags: , , ,