pr-logo

Profezia del Guardian sulla Lira

di

19 Novembre 2014   |   Opinioni

Profezia del Guardian sulla Lira

Secondo il quotidiano londinese indipendente The Guardian, entro due anni l’Italia tornerà alla Lira. E’ stato pubblicato domenica un piccolo articolo che argomenta questa profezia.
Riporto una traduzione dell’articolo (chiaramente sono benvenute osservazioni per migliorarla):
L’Italia si sta dirigendo verso l’uscita. Anche se può sembrare fantasioso per uno dei membri fondatori di prendere in considerazione di lasciare l’euro, c’è un’impressione crescente che entro un paio di anni da oggi, Roma ammnistrerà nuovamente la propria moneta.
I dati della scorsa settimana hanno rivelato un paese in profonda crisi. Con un PIL tuttora […]

Lavoro, risparmio, crisi sociale e default Italia

di

27 Luglio 2012   |   Opinioni

Lavoro, risparmio, crisi sociale e default Italia

Un commento della lettrice samarkanda è da dieci e lode. Ha scritto che “d’accordo la tutela del risparmio, ma senza lavoro non si va da nessuna parte”.
Alcuni mesi fa ho postato un commento sul lavoro partendo dalla nostra Costituzione che si apre indicando che la nostra Repubblica si fonda sul lavoro. Ai tempi in cui studiavo diritto costituzionale comparato mi colpì questa particolarità che si trova in ben poche costituzioni. Senza il lavoro non ci può essere lo sviluppo di una popolazione, sta poi al tipo […]

Stati Uniti d’Europa

di

19 Giugno 2012   |   Opinioni

Stati Uniti d'Europa

Nel 2011 a Berlino, l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder ha chiesto la creazione di “Stati Uniti d’Europa … per evitare future crisi economiche”, affermando che “dobbiamo abbandonare la nostra sovranità nazionale” nelle mani un governo centrale (Reuters.com, 4 settembre 2011).
A Parigi, il presidente della Banca centrale europea Jean-Claude Trichet ha detto che il progetto europeo era “incompleto” e che l’Europa aveva bisogno di un “governo federale con un ministro federale delle Finanze” (EUObserver.com, 6 Settembre, 2011).
In Australia, il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso, ha affermato che la […]

Aprire un conto all’estero: Cipro

di

12 Febbraio 2012   |   Conti Correnti

Aprire un conto all'estero: Cipro

Roubini chiama Italia: tagliate il debito (Btp & Co.) del 25%

di

10 Dicembre 2011   |   Opinioni

Roubini chiama Italia: tagliate il debito (Btp & Co.) del 25%

Mr Doom, ha fatto la sua analisi. Per l’Italia è preferibile una ristrutturazione ordinata adesso che una caotica in un secondo momento. Anzitutto egli considera scontata una ristrutturazione del debito, cosa che è tabù parlarne in Italia. Noi in effetti non siamo certo come la Grecia per struttura economica e come fondamentali, ma siamo in recessione (la foto ufficiale la farà prossimamente qualche statistica ufficiale) quindi non solo non cresciamo ma arretriamo e ciò che è peggio in questo quadro è che abbiamo un enorme debito pubblico.
Aggiungo a […]

Aprire un conto all’estero: Malta (2)

di

29 Novembre 2011   |   Conti Correnti

Aprire un conto all’estero: Malta (2)

Abbiamo parlato da poco della possibilità di aprire un conto da remoto nell’isola di Malta, piccolo stato dall’invidiabile solidità economica.
Sempre sulla stessa piazza finanziaria, ci andiamo ora ad occupare di un’altra banca: National Bank of Greece.
La banca in questione è la filiale maltese del primo e più importante istituto bancario greco, fondato nel 1841 e che, fino al 1928, ha avuto il privilegio di stampare le banconote greche, prima che fosse fondata la Banca di Grecia. Si tratta di una banca quotata alla borsa di Atene […]

Grecia peggio di Lehman?

di

6 Ottobre 2011   |   Opinioni

Grecia peggio di Lehman?

Propongo un’intervista a Felix Zulauf, rappresentante di un’azienda Svizzera specializzata in Asset Protection [1].
L’intervista [2] è dello scorso 30 settembre e il tema verte sulla crisi attuale, con particolare riferimento alla situazione dell’euro con i problemi della Grecia.
La previsione è che nel breve termine il valore dell’oro continuerà a crescere anche a causa dell’immobilismo dei politici nei confronti delle misure che andrebbero prese o di quelle prese, ma insufficienti. E’ chiaro che GoldMoney (autore dell’intervista [3]), commerciando in oro, ha tutto l’interesse a proporre […]

Crisi e default, quali opzioni per noi?

di

20 Settembre 2011   |   Opinioni

Crisi e default, quali opzioni per noi?

Abbiamo assistito alla recente escalation delle misure preventive, correttive e d’emergenza messe a punto dalle banche centrali e più da vicino dai governi che invano tentano di limitare le speculazioni operate ai danni di stati come l’Italia e lo stesso euro a più riprese è stato messo sotto scacco.
Si parla apertamente di scissione della moneta unica, si paventa la fuori uscita di stati dall’Unione Europea e nel frattempo dai noi le misure di razionalizzazione degli sprechi (o per meglio dire, di reperimento delle cifre richieste a copertura delle manovre) sono […]

Banche: crisi di liquidità

di

15 Settembre 2011   |   Opinioni

Banche: crisi di liquidità

Le banche europee attraversano un periodo di notevole stress interbancario dovuto a problemi di liquidità.
A parte il recente messaggio di Lagarde in merito, ce ne eravamo accorti almeno da agosto quando i depositi overnight Bce erano aumentati fortemente così come i prestiti marginali Bce ( a tassi maggiori rispetto ai tassi interbancari quindi se sono disposto a pagare di più è perché non mi fido del mercato interbancario).
Anche i tassi interbancari sono aumentati , comunque.
Inoltre sappiamo che gli stress test di giugno non affrontano realmente l’ipotesi di una fattiva […]

EURO PLUS: quello che ci aspetta

di

15 Settembre 2011   |   Opinioni

EURO PLUS: quello che ci aspetta

Il Patto euro plus riguarda un accordo fatto in seno europeo  a Marzo di cui inserisco un sunto dal sito governo.it:
Il Patto euro plus è stato approvato – nel corso del consiglio europeo del 24-25 marzo 2011 – dai capi di Stato o di governo della zona euro e cui hanno aderito Bulgaria, Danimarca, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania.
Il patto consoliderà ulteriormente il pilastro economico dell’Unione economica e monetaria e porterà ad un salto di qualità nel coordinamento delle politiche economiche, con l’obiettivo di migliorare la competitività e in tal modo […]